Chi siamo Dove siamo Il tè Prodotti Blog Contatti Partners

La storia

C’è solo una pianta arbustiva che produce il tè, la Camellia sinensis (famiglia delle Teacee e dell’ordine delle Guttiferali). Questa pianta presenta numerose specie che a loro volta possono essere trasformate in migliaia di tipi diversi di tè.

Secondo la leggenda, il tè fu scoperto dall’Imperatore cinese Shen Nong nel 2737 a.C. L’Imperatore stava bollendo dell’acqua nel giardino quando una foglia della pianta Camellia sinensiscadde dentro il bollitore. Dopo aver bevuto l’infuso risultante, l’Imperatore si sentì rigenerato e rinfrescato e concluse che la bevanda aveva effetti terapeutici. Il tè veniva originariamente preparato con foglie selvatiche grezze e non lavorate immerse in acqua bollente. Con il passare del tempo, le foglie venivano essiccate, tagliate e poi pressate in contenitori nei quali venivano frantumate e successivamente riposte nei bollitori. Fino a circa il 960 a.C., non furono creati speciali contenitori per preparare e gustare il tè. Inoltre, proprio in questo periodo, veniva celebrato un rito simile all’attuale Cerimonia del Tè giapponese: fresche foglie di tè verde sono essiccate, frantumate e successivamente messe in un contenitore con acqua bollente.

Intorno al 1370 a.C., le foglie lavorate divennero un prodotto commerciato in tutta l’Asia e l’Europa. Un monaco buddista introdusse il tè in Giappone nel VI secolo e verso la fine del XVI secolo un missionario portoghese lo esportò in Europa. I cinesi mantennero il monopolio commerciale del tè fino al 1800, grazie agli scambi tra la Cina e il mondo occidentale che aumentarono considerevolmente con l’inizio della dinastia Ching. Così mentre l’imperatore cinese provava per la prima volta il tabacco che arrivava dall’Europa, la regina d’Inghilterra beveva la sua prima tazza di tè. Successivamente gli inglesi divennero abili nel coltivare tè in quella che divenne poi la loro più grande colonia, l’India. Probabilmente il tè arrivò in America prima di raggiungere l’Inghilterra, dove il tè verde fortemente zuccherato diventò molto popolare nelle colonie del Nuovo Mondo.

Oggigiorno, il tè è la bevanda maggiormente bevuta a livello mondiale dopo l’acqua. Dopo la Cina, i più grandi consumatori di tè sono l’Irlanda, il Regno Unito e la Turchia. Nel 1994, gli americani consumarono circa 8,5 bilioni di litri di tè (caldo, freddo, speziato, con o senza zucchero, miele, latte, crema o limone).


Warning: include(): http:// wrapper is disabled in the server configuration by allow_url_include=0 in /srv/www/slots/d0037/web/blog/wp-content/themes/salusjuice/footer.php on line 16

Warning: include(http://www.salusjuice.it/blog/wp-content/themes/salusjuice/inc/google.php): failed to open stream: no suitable wrapper could be found in /srv/www/slots/d0037/web/blog/wp-content/themes/salusjuice/footer.php on line 16

Warning: include(): Failed opening 'http://www.salusjuice.it/blog/wp-content/themes/salusjuice/inc/google.php' for inclusion (include_path='.:/usr/share/php:/usr/share/pear') in /srv/www/slots/d0037/web/blog/wp-content/themes/salusjuice/footer.php on line 16
?>